Ammettiamolo: chi non ama il periodo natalizio, con le sue lucine, gli alberi e quell’atmosfera magica che si respira ogni volta che si va in giro per le città?

Saranno i ricordi da bambina, quei momenti che precedevano l’arrivo di Babbo Natale e i dolcetti che preparavo con la nonna e la mamma, tutto ciò che riguardava questo periodo mi metteva grande allegria. E tutt’ora, alla soglia dei 24 anni, mi incanto a guardare le vetrine dei negozi, gli addobbi per le vie di Bologna e i bambini, con la luce negli occhi che li contraddistingue e che ci fa capire che forse, ogni tanto, dovremmo darci una pacca sulla spalla e dirci “non lamentiamoci, alla fine siamo tanto fortunati per tutto ciò che ci è stato dato”.

Anche in questo Natale, come ogni anno, la mia famiglia sa che a realizzare il dolce del 25 dicembre sarà la sottoscritta. Già ho realizzato in anteprima e come prova generale pre festiva il Panettone, la ricetta la trovate nel link alla parola!

Ma come sappiamo tutti, quello che non può mancare sulle tavole degli italiani è il tronchetto della felicità!
Quello che vi presento oggi è inventato da me: all’interno vi è una semplicissima crema di ricotta e canditi e fuori una bella e generosa spalmata di crema di nocciole contornata da scaglie, o meglio, corteccia, di cioccolato fondente.
Ma bando alle ciance, ecco a voi la ricetta:

INGREDIENTI: 

per la pasta biscotto: 
-100 GR DI FARINA 00
-100 GR DI ZUCCHERO A VELO
-3 UOVA-1/2 CUCCHIAINO DI LIEVITO PER DOLCI
-UNA BUSTINA DI VANILLINA
-UN PIZZICO DI SALE
-ZUCCHERO A VELO PER SPOLVERIZZARE Q.B. 

– 100 GR DI CREMA DI NOCCIOLE
-200 GR DI CIOCCOLATO FONDENTE A BLOCCO
-500 GR DI RICOTTA VACCINA
-150 GR DI CANDITI MISTI
-250 GR DI ZUCCHERO A VELO
-PASTA DI ZUCCHERO MISTA E COLORATA
-PENNARELLI ALIMENTARI COLORATI

PROCEDIMENTO:

  1.  Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale. In un altro contenitore frullate i tuorli con lo zucchero a velo , la vanillina e il lievito. Ad ultimo aggiungete la farina setacciata. Successivamente amalgamate insieme i due composti facendo attenzione con la spatola girando dal basso verso l’alto per non smontare il tutto.
  2. Ricoprite la teglia del forno classica che usate anche per fare la pizza (28X40 circa) con carta da forno e versate il composto formando uno strato uniforme. Infornate a 180° per 10 minuti. Capovolgete la pasta biscotto su carta da forno cosparsa con zucchero a velo. Togliete la carta da forno della cottura bagnandola con un po’ d’acqua.
  3. Ora preparate la crema di ricotta: mescolate con una frusta la ricotta vaccina, lo zucchero a velo setacciato e i canditi misti. Spalmate la crema di ricotta su tutta la base della pasta biscotto e arrotolatela per formare il tronco.
  4. Dividete in due parti la pasta biscotto arrotolata in una parte più lunga e in una parte più corta: saranno i due rami del vostro tronchetto. Attaccate i due rami con della crema di nocciole o se vi è rimasta, con della crema di ricotta utilizzata precedentemente per la farcitura. Se necessario, per far rassodare il tutto e per far mantenere meglio la forma, mettete a riposare in frigorifero il tronchetto ancora “spoglio”.
  5. Basterà una mezzo’oretta e potrete continuare la preparazione. Spalmate sulla superficie del vostro tronchetto la crema di nocciole: servirà per far aderire successivamente le scaglie di cioccolato fondente! Per far assomigliare il cioccolato ad una vera e propria corteccia, realizzate le vostre scaglie utilizzando un pelapatate: per fare ciò, avrete bisogno di un blocco piuttosto alto di cioccolato, non della classica tavoletta (lo troverete tranquillamente al supermercato!).
  6. Attaccate la corteccia di cioccolato fondente al tronchetto: in questo passaggio potrete farvi aiutare anche dai più piccoli, il trucco sta proprio nel mettere la scaglie “a caso”!

Ora, il tronchetto potrebbe essere anche finito qui, ma potete addobbarlo con fiori di zucchero, foglie di zucchero o addirittura decorarlo con la vostra fantasia.

Io ho steso la pasta di zucchero e con un taglia biscotti a forma di fiocco di neve ho realizzato i decori, impreziosendoli ulteriormente con i pennarelli alimentari. 

Per il pupazzo di neve, appallottolate due pezzi di pasta di zucchero bianca, uno più grande e uno più piccolo per formare corpo e testa del nostro pupazzo. Con i pennarelli alimentari poi, realizzate occhi, bocca e bottoni!

Potete fare tutte le forme che più desiderate, metterci brillantini, fiori veri eduli o anche lasciarlo spoglio: il risultato sarà comunque apprezzato da tutti i commensali!

Questo è in versione fondente, ma quest’anno stavo pensando di optare per quella al cioccolato bianco…tanto per rimanere leggeri in un giorno di festa!

Quindi, vi ho convinti?
Mi immagino già canti di Natale, alla televisione il Grinch, il camino che scalda l’atmosfera e tutta la famiglia pronta a gustare il vostro tronchetto: semplice, abbastanza veloce e dal successo garantito!


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.