Questa torta, premetto per coloro che come me sono di Bologna, non è ASSOLUTAMENTE la torta di riso tipica emiliana. 
Questa torta me l’ha fatta conoscere una amica di mia nonna e si chiama la torta della mondina.

Una mondina, o mondariso (dal verbo “mondare”, pulire), era una lavoratrice stagionale delle risaie.Il lavoro si svolgeva durante il periodo di allagamento dei campi, effettuato dalla fine di aprile agli inizi di giugno per proteggere le delicate piantine del riso dallo sbalzo termico tra il giorno e la notte, durante le prime fasi del loro sviluppo. Il lavoro consisteva nel trapianto in risaia delle piantine (trapiantè, in piemontese) e nella monda (mundè). 

È una torta semplice e piacerà a tutti, soprattutto alle nonne!

INGREDIENTI:

– 1 DL DI LATTE
– 100 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
– 300 GR DI RISO COMUNE
– 1 LIMONE NON TRATTATO
– 3 UOVA
– 60 GR DI PINOLI
– 50 GR DI UVETTA
– 20 GR DI CEDRO CANDITI

PROCEDIMENTO:

In una casseruola portate il latte a ebollizione, poi unite lo zucchero, il riso comune e fate cuocere a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto, fino a completo assorbimento del latte. A metà cottura, aggiungete 1 cucchiaio della scorza del limone grattugiata,; a cottura ultimata (ci vorranno circa 15 minuti) togliete dal fuoco e lasciate intiepidire.

Sgusciate le uova e unitele al composto assieme ai pinoli, all’uvetta, che avrete precedentemente fatto ammorbidire in acqua tiepida e strizzato bene, e al credo candito tritato.

Imburrate una tortiera del diametro di 26 cm e versatevi il composto.
Livellate l’impasto con il dorso di un cucchiaio e cuocete la torta della mondina in forno statico, preriscaldato a 180 ° per circa 30 minuti.


2 commenti

Claudia Righi · Giugno 19, 2015 alle 4:32 pm

Un classico che avevo dimenticato…tanto, tanto buona!Ciao, clo

TrattoriaACasaMia · Giugno 19, 2015 alle 5:58 pm

Grazie davvero! Un classico intramontabile sempre buono!

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.