Ecco qui una di quelle ricette che vi salveranno una cena per il  “rotto della cuffia”, come si suol dire!
Questo perchè magari avete invitato gente, ma poche ore prima vi accorgete di non avere pane o altro accompagnamento alle portate principali o all’aperitivo. Niente paura!
Ci pensano le focaccine gustose con salamoia bolognese a risolvere il misfatto: una ricetta golosa, saporita, da accompagnare con formaggi morbidi o da mangiare da sole, accontenteranno grandi e piccini.
Siccome immagino che non tutti abbiano capito cosa sia esattamente la salamoia bolognese, ecco una breve storia (e ricetta!).

LA SALAMOIA BOLOGNESE

La salamoia bolognese è un sale aromatico di semplice realizzazione utilizzato per insaporire le pietanze tipiche del territorio come crescente e piatti al forno.

INGREDIENTI:

– 100 GR SALE
– 3 RAMETTI DI ROSMARINO
– 10 FOGLIE DI SALVIA
– 1 SPICCHIO DI AGLIO

PROCEDIMENTO:

Lavate le foglie di rosmarino e di salvia. Tamponatele molto bene con carta da cucina. Da ultimo spellate l’aglio. 

Riunire rosmarino, salvia ed aglio su un tagliere e tritateli finemente con la mezzaluna. 
Mettete sale ed aromi nel mortaio e pestate il tutto per aromatizzare il sale miscelando il composto e sminuzzandolo per ottenere dei grani più fini.

Potete conservare la vostra salamoia in frigorifero o comunque in un ambiente areato per 3/4 mesi.

Ora che avete preso nota della ricetta della salamoia bolognese, partiamo con le nostre focaccine!

INGREDIENTI PER 10 FOCACCINE:

– 25 ML DI OLIO EVO
– 500 GR DI FARINA
– 300 ML ACQUA TIEPIDA
– 25 GR DI LIEVITO DI BIRRA
– 1 CUCCHIAINO DI SALAMOIA BOLOGNESE

PER SPENNELLARE IN SUPERFICIE:

– 25 ML OLIO EVO
– 1 CUCCHIAIO DI SALAMOIA BOLOGNESE
– 1 RAMETTO DI ROSMARINO


PROCEDIMENTO:

Per prima cosa sciogliete il lievito di birra nei 300 ml di acqua tiepida.
In una planetaria mettete l’acqua con il lievito sciolto, l’olio evo e la farina poco alla volta. Impastate il tutto per 10 minuti e ad ultimo aggiungete il cucchiaino di salamoia.

Fate lievitare il panetto ottenuto in forno spento con solo la luce accesa per 1h30/2h.
Realizzate delle palline grandi come un pugno e schiacciatele leggermente pressando con i polpastrelli per formare i classici “buchi”.

Spennellate sopra ogni focaccine olio evo e una spruzzatina di salamoia con qualche foglia di rosmarino.

Cuocete le focaccine in forno statico, preriscaldato a 200 ° per 20 minuti.


0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.